Buona Pasquetta a tutti!
Oggi il satellite con focus sulla penisola mostra un’Italia quasi totalmente libera da nubi. Nubi che invece interessano la Sicilia e la parte meridionale della Calabria. Se andiamo a guardare oltralpe, per chi ama osservare il satellite, invece si accorgerà della maestosità del canto del cigno invernale sotto forma di un’ampia saccatura meridiana ricolma di aria fredda di matrice artico scandinava. Entro sera, questa saccatura, accarezzerà le Alpi e nella giornata di martedì porterà un rapido e coreografico peggioramento. Gli effetti si avranno partendo dal nord-est, passando per l’Emilia Romagna ed infine coccolando con brevi aliti freddi la costa adriatica fino alla Puglia. Un’azione notevole interpretata sulla penisola fino a qualche giorno fa e che ha scelto invece la via adriatico balcanica. Il tutto pilotato dall’orografia alpina e da una scarsa tenuta del blocco anticiclonico in atlantico. Tornerà per l’ennesima volta il vento sulle Prealpi e sulla Pianura padana centrale e occidentale. I cieli saranno sporchi e colorati, dipinti da un fronte artico che in questo periodo dell’anno lascia passare aria fredda. Aria ancora carica di umidità e che viene trasformata dal sole mediante la cumulo genesi in pittoresche e variopinte nuvole di passaggio.

COSA SUCCEDERA?

Fin qui ci siamo, è previsione che solo negli effetti regionali potrà regalare sorprese impreviste. Successivamente il fronte artico perderà forza, la da dove il fronte è partito vi sarà un nuovo impulso. Impulso che tenderà a ruotare verso sud ovest generando così una nuova saccatura che dovrebbe e potrebbe questa volta reiterarsi più occidentale. Grazie al campo barico lasciato in eredità dalla prossima azione in divenire entrerebbe come fronte o come cut-off sull’alto Tirreno. Ecco allora le prime “vere” piogge primaverili sul centro nord italico. Sono più corse che il modello americano, questa mattina anche quello inglese, vedono il prossimo fine settimana all’insegna della perturbabilità. Il dettaglio è ancora da definire.

Pioggia in arrivo.
Pioggia in arrivo.


Sarà la solita istantanea veloce o una nuova fase che vedrebbe finalmente aprirsi la porta dell’ovest, quella tipica primaverile.

Rimanete aggiornati sul nostro sito MeteoGazzetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *