Concedeteci questa licenza poetica per un evento alquanto suggestivo.
Ieri in Piemonte la risalita di correnti, dal cuore del Sahara, ha portato a questo paesaggio quasi alieno sui monti. La precipitazione nevosa, unendosi con il pulviscolo Sahariano sospeso nell’aria, prende tonalità rossastre/arancioni. In questo modo viene letteralmente colorata la coltre nevosa già presente al suolo, con questo effetto “neve rossa”. Ammirate con i vostri occhi, questo è un fenomeno sempre più comune nel nostro paese, a causa delle sempre più frequenti risalite di aria caldo-umida dal nord Africa. Le perturbazioni con il loro motore (la depressione) “risucchia” le masse d’aria da sud insieme al pulviscolo dal Sahara. La polvere (non è sabbia, ne parlavamo qui) viene inglobata nelle goccioline di pioggia sospese che poi cadono a terra. In questo caso si tratta però di neve appunto rossa. Che poi sono le stesse che ci costringono a portare la macchina in autolavaggio!

Un mezzo della croce rossa in alta Val di Susa – Fonte immagine: Croce rossa italiana Comitato Val di Susa

Altra immagine dall’alto Piemonte

Controlla i radar e i satelliti per essere sempre aggiornato sul meteo in tempo reale!

Satelliti: https://www.giornalemeteo.it/immagini-satellitari/

Radar: https://www.giornalemeteo.it/radar-precipitazioni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *