L’Italia è colpita da una saccatura ad asse verticale di origine artica. Nei prossimi giorni una nuova saccatura ad asse orizzontale in moto retrogrado interesserà l’Italia sino a formare in loco una goccia fredda. Ecco perché il tempo rimarrà ancora per una settimana freddo e instabile.

Piogge sparse e poco organizzate, e soprattutto le prime convezioni ovvero i primi veri temporali interesseranno un po’ tutto il nostro territorio, compreso il meridione. Non si tratterà di una perturbazione organizzata, ma di instabilità intensa diffusa, esaltata dall’afflusso freddo da nord-est.

Per avere una primavera di tempore e sole si dovrà attendere la terza decade di aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *