Colata di aria artica dal nord Europa

Ci siamo, la massa di aria artica che “danza” sui settori europei settentrionali si appresta a scivolare e a “tuffarsi” letteralmente nel Mediterraneo, per entrare userà la porta del Rodano a ovest e anche la porta della Bora nel triestino. Ed ecco che il meteo in Italia cambierà. Ciò avverrà durante la giornata di domani come dicevamo qui, non farà troppi complimenti e ci ricorderà che a marzo l’inverno non va dato per morto. I venti si disporranno da nord e abbasseranno nettamente la temperatura percepita dai nostri corpi. Parliamo di un fiume di aria gelida in quota (sotto i -30° a circa 5540 metri). Con un fronte organizzato dispenserà precipitazioni tra nord-est e adriatiche passando per le tirreniche.

Attualmente la massa artica sta transitando sulla Francia, tipiche “nubi a ciottoli” tra Inghilterra e Francia

Torna l’inverno nel meteo in Italia!

Questo tipo di peggioramenti portano a forti cali di temperatura durante le precipitazioni. Infatti domani (soprattutto in serata) la quota neve crollerà sulle adriatiche portando nevicate a quote collinari fino a sfiorare i 400/500 metri localmente. L’aria mite pre-esistente verrà scalzata e sbalzata verso l’alto lungo la linea del fronte, portando a fenomeni temporaleschi di una certa intensità a “macchia” da nord a sud. I venti accelererano da nord e le raffiche potranno localmente superare i 60/70 km/h, date le notevoli differenze di pressione tra un punto e l’altro dell’Italia. C’è da dire che gli abitanti del nord-ovest in un primo momento la mattina di domani avvertiranno un certo tepore. Questo perché la massa d’aria che traboccherà dalle Alpi accelererà lungo le pendici riscaldandosi, e facendo aumentare la temperatura (effetto foehn). La perturbazione durerà fino alla giornata di lunedì con lo smorzamento dei fenomeni in giornata.

Gelo ad alta quota sfonda dal Rodano

…e dopo??

Poi ci aspetterà una pausa, in un contesto comunque relativamente freddo. Questo però non deve trarci in inganno perché durante la settimana prossima l’anticiclone darà un possente slancio verso nord. Traghetterà ulteriore aria fredda con una perturbazione che potrebbe portare vento e nevicate a quote basso collinari (indicativamente intorno giovedì, qui lo accennavamo già giorni fa). Giungono conferme in tal senso, e saremmo ben sotto la norma di marzo. Insomma una finestra di maltempo a tratti prettamente invernale si affaccia sull’Italia. Raccomandando la massima prudenza dati i forti venti e i temporali vi invitiamo a segnalarci le condizioni meteo e a inviarci eventuali foto dalle vostre zone, saremo lieti di ripubblicarle! Inoltre tenetevi sempre aggiornati sul nostro sito, per non perdere le notizie più importanti e le previsioni sul meteo in Italia.

L’aquila, i valori termici si manterranno decisamente bassi a 1400 metri con rovesci nevosi a tratti consistenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *