DI NUOVO NEVE IN APPENNINO

E’ in atto ormai da qualche ora il peggioramento preannunciato per il fine settimana pasquale. Il tutto già da noi preannunciato nei giorni scorsi, qui ad esempio. Precipitazioni stanno interessando le Regioni Centro – Meridionali, in particolare Marche, Abruzzo e Molise. Domani ci sarà un rinforzo ulteriore dei venti di Grecale da Nord – Est e le precipitazioni interesseranno entro la nottata su Pasqua anche zone interne di Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Nella prima parte di Domenica una certa instabilità dovrebbe resistere sulla Sardegna.

Le precipitazioni sull’ Italia tra sabato pomeriggio e domenica notte

Il calo drastico delle temperature

A livello termico il calo è già apprezzabile e lo sarà ancora di più nel momento più freddo. Cioè nella seconda parte di Domenica, quando avremo valori di -2°C a 850 hPa (1500m di quota circa) diffusi sul Centro Italia, lato Adriatico in particolare. Di conseguenza la quota neve subirà un veloce calo dagli oltre 2000 metri a 1100-1300 metri in Appennino Centrale. Più in alto al Sud.

I sostenuti venti da Nord – Est sull’ Italia per Pasqua

Il tutto prima di un nuovo aumento di 7-8 gradi entro lunedì, col ritorno di valori di anche +10°C a 850 hPa sull’ Arco Alpino Occidentale. Questo sarà sinonimo di venti di foehn, causati dall’avvicinamento di una profonda e grande saccatura Artica. Infatti martedì i venti prevalenti sulla Penisola ruoteranno da Ovest, col formarsi di un minimo depressionario sul Mar Ligure. Invece al Nord – Est ed in Adriatico torneranno a soffiare venti freddi di Bora e di Grecale nelle giornate di martedì e mercoledì.

Un affondo Artico dalla Scandinavia

La saccatura proverrà dalla Scandinavia e la sua discesa sarà consentita dallo spostamento dell’ Alta Pressione Atlantica verso Ovest, con i suoi massimi che passeranno dalle Isole Britanniche alle vicinanze della Groenlandia. Così l’ HP continuerà a fermare le correnti zonali e subirà lo scivolamento di Aria Artico Marittima sul suo bordo Orientale. La traiettoria della discesa sarà in un primo momento decisamente meridiana verso l’ Europa Centrale e le Alpi, per poi deviare verso la Penisola Balcanica. Cosicché i valori di -8°C / -10°C a 850 hPa resteranno Oltralpe, in particolare su Benelux, Francia, Germania, Svizzera ed Austria. Qui si potranno avere fenomeni nevosi anche in pianura.

Ed ecco la corposa saccatura Artico Marittima puntare il Mediterraneo verso metà settimana

Martedì in particolare l’ingresso dell’aria fredda porterà precipitazioni su Friuli e Veneto, prima di uno spostamento su Emilia – Romagna, Toscana, Umbria e Marche. Tra martedì e mercoledì invece saranno interessati Abruzzo, Lazio, e le Regioni più a Sud.

Le precipitazioni dapprima al Nord – Est in spostamento poi su Emilia e Centro – Sud

Valori termici ragguardevoli per il periodo

Particolare attenzione va posta all’aspetto delle temperature per questo secondo peggioramento: infatti avremo valori ragguardevoli per il periodo, con la -10°C a 850 che dovrebbe trovarsi a ridosso delle Alpi, e la isoterma di -6°C a 850 hPa al Centro – Nord. Questa potrebbe portare la neve a quote molto basse, in particolare in Emilia martedì. Notevoli anche i valori tra -4°C e -5°C a 850 hPa in Adriatico e anche al Sud giovedì mattina, mentre si resterà su valori positivi sulle due Isole Maggiori.

I valori notevoli di temperatura a 850 hPa previsti durante il clou del prossimo affondo Artico

La tendenza verso il prossimo fine settimana

Nei giorni successivi verso il prossimo fine settimana, sulla base dei dati attuali, parrebbe scongiurata (o solo rimandata?) una terza discesa Artica, e si avrebbe un miglioramento generalizzato del tempo. Le temperature e la pressione aumenteranno. Permarranno comunque annuvolamenti in transito da Ovest verso Est, con rischio di precipitazioni tra sabato e domenica sull’ alto Tirreno, Toscana ed Umbria, oltre a Sardegna e Sicilia. Seguite gli aggiornamenti sul nostro sito qui !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *